Estivabrico 2018 – Capitolo 4

Estivabrico 2018 – Capitolo 3
agosto 8, 2018
29/08/2018


Stufo dell’abbronzatura, dei tuffi a ripetizione, delle nuotate quotidiane, dei soliti racchettoni e delle biglie? Seguimi! Ho qualche trovata nuova, qualcun’altra divertente e altre buffe per il tuo tempo al mare. Preparati a scoppiare di gioia e a divertirti alla follia con me!

Pirati da spiaggia

Se hai la fortuna di avere amici burloni con la voglia di fare cose nuove, proponi loro questo gioco al 100%, altrimenti evita il... travestimento. Infatti il 100% prevede di travestirvi da pirati; può bastare la sciabola d’abbordaggio, una bandana rossa o nera con il teschio oppure il tricorno, copricapo tipico dei pirati. Il travestimento è libero come anche il gioco, quindi può essere minuzioso o arrangiato.

Per il resto il gioco è basato su abilità, scaltrezza e fortuna.

Ecco cosa ti occorre...

- 2 bottiglie.
- 22 monete di cui 11 di un tipo e 11 di un altro (per esempio, 11 monete da 1 euro e 11 da 50 centesimi).
- 22 bicchieri tutti uguali, di colore a piacere (basta che non siano trasparenti).

Chi può giocarci...

- si gioca in due o più squadre, di sei giocatori ognuna. - occorre un arbitro imparziale.

E come funziona...

A inizio gioco ciascuna squadra ottiene una moneta diversa - in modo che sia riconoscibile durante tutto il gioco – una bottiglia piena d’acqua di mare e un bicchiere. Subito dopo l’arbitro posiziona tutti gli altri bicchieri nell’area gioco mettendo dentro ciascuno una delle venti monete. I giocatori non possono assistere a questa fase, perciò intanto dividetevi per squadra, in fila indiana e affiancati vicino alla partenza.
Al “via” dell’arbitro il primo giocatore riempie il bicchiere d’acqua di mare e poi corre a cercarne un altro con una moneta uguale a quella della sua squadra. Se lo trova ci versa l’acqua, lo prende e torna indietro dando il bicchiere al secondo giocatore; così via, con continuità. Se qualcuno sbaglia bicchiere e moneta, deve lasciarli. Se qualche bicchiere si rovescia durante il tragitto, sarà l’arbitro a intervenire riempiendolo di nuovo. La squadra che fa cadere tre bicchieri di seguito viene eliminata mentre risulta vincente quella che per prima riempie i suoi dieci bicchieri.

Cercatori da spiaggia

Questo gioco si basa su spirito d’osservazione e curiosità; come effetto secondario ha quello di essere ecologista, quindi evviva!

Ecco cosa ti occorre...

- 1 bilancia (in alternativa dei sacchi da soppesare a occhio a fine partita).
- dei cappellini o berretti con visiera per il sole.
- 1 cronometro. Va bene sia il tipo digitale, economico e sportivo, sia quello meccanico, vecchia maniera; vanno bene altrettanto i cronometri negli orologi da polso o nei telefoni cellulari.

Chi può giocarci...

- si gioca in squadre.
- occorre un animatore arbitro.

E come funziona...

L’inizio del gioco prevede l’elezione dell’animatore arbitro nel gruppo dei tuoi amici. Starà a lui o a lei preoccuparsi di risolvere i contrasti e di usare la bilancia o i sacchi. Ogni squadra ha il compito di scovare in spiaggia, recuperare e portare all’animatore quante più cose possibili (sassi, conchiglie, rami, barattoli, bottiglie vuote). Importante è che gli oggetti pesino, poiché la squadra vincente sarà quella con il bottino più pesante.

I consigli di Venus:
Una bella variante del gioco può essere quella di cercare un solo tipo di oggetto (soltanto cappelli o solo ciabatte) o di un unico colore (oggetti solo gialli o solo rossi).

Tris marino

Questo gioco è basato su abilità e velocità di decisione. È talmente datato che già nell’antica Roma i soldati ci giocavano! Prova certa di successo.

Ecco cosa ti occorre...

- conchiglie in proporzione al numero dei giocatori (almeno 5 a giocatore) possibilmente diverse (per esempio, 5 cozze per un giocatore e 5 telline per l’altro). Ottimi sostituti delle conchiglie possono essere sassi di diverso colore.
- 1 dado.

Chi può giocarci...

- si gioca in due giocatori o in squadre di due.
- 1 bastoncino di legno.

E come funziona...

Tracciate sulla sabbia con il bastoncino tante griglie quante sono le squadre; poi tirate il dado per sapere chi giocherà per primo. Il giocatore di turno sceglie una casella vuota e ci appoggia la sua prima conchiglia. L’avversario risponde con un’altra mossa.
Come noto, scopo del gioco è fare TRIS, cioè disporre tre delle proprie conchiglie in linea retta orizzontale, diagonale o verticale prima dell’avversario. Se la griglia viene completata senza nessun tris, il gioco finisce in parità.

I consigli di Venus:
Potete variare il gioco ingrandendo la griglia standard, che è di 3 caselle per 3.
Alla fine delle varie mani, potete scrivere con il bastoncino parole a effetto o frasi da indovinare tracciando solo la lettera iniziale e la finale e sostituendo le lettere mancanti con dei puntini.

Piedini e piedoni a gogò

Questo gioco è basato su creatività, simpatia e ironia.

Ecco cosa ti occorre...

- tanti tanti tanti sassi, ciottoli e sassolini di forme e colori diversi.
- dei bastoncini di legno.

Chi può giocarci...

- si gioca in due o più giocatori.

E come funziona...

Scegliete il posto giusto dove lasciare piedini e piedoni sulla sabbia; potrebbe essere l’ombrellone degli amici o la battigia, oppure lo chalet di persone conosciute a cui fare uno scherzo simpatico. Poi preparate il percorso, con tanta fantasia e voglia di scherzare, lasciando sulla sabbia dei buchetti con i bastoncini. Subito dopo trasformate i buchetti in impronte di piedini e piedoni che camminano, corrono e sostano. Ecco una traccia come esempio...

A fine vacanza o a fine estate scrivimi e raccontami com’è andata. Per ora, ti auguro felicità e tanto divertimento!

Venus Sea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *