A giocare con gli anagrammi

Aiutare o non aiutare?
aprile 16, 2018
28/05/2018


Che cosa succede quando una parola incontra il suo anagramma?
A volte proprio nulla: lo saluta con educazione, spesso gli stringe anche la mano, ma poi ognuno prosegue per la sua strada.
Altre volte però, questi incontri provocano eventi incontrollati e, prima che tutto torni alla normalità, strane storie hanno il tempo di nascere e farsi raccontare da un narratore burlone che si diverte a giocare con le parole. Come questa, dove a incontrare il suo anagramma è… un TACCUINO!


Il Taccuino Cucinato



Che disordine in cucina,
c’è il caffè nella farina.
Sale e pepe nei bignè,
cioccolata nel purè!

Alla svelta ho messo a posto
ma qualcosa è andato storto:
guarda un po’ che ho combinato,
un taccuino ho cucinato!

Con le pagine a quadretti
ho impastato i cappelletti.
Con le pagine già lette
ho farcito le polpette.

Le parole scritte in blu
le ho bollite nel ragù.
Quelle scritte coi pastelli
le ho soffritte coi piselli.

Con i numeri e le date
ci ho condito le patate.
Sugli appunti presi a scuola
ho spalmato il gorgonzola.

Che pranzetto originale
per gli amici è l’ideale,
tutti quelli che ho invitato
l’han trovato prelibato!

Daniela Alvisi

Autrice e illustratrice di libri per l'infanzia,
Docente di matematica e fisica presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *